• Avvisi
  • Tesi

    Torna alla pagina Avvisi

    TESI. Richiesta 

    Per la sessione autunnale (ottobre 2019) la disponibilità è esaurita.

    Per la sessione invernale 2019-20 sono disponibili 2 posti.

    Per la sessione estiva 2019-20 sono disponibili 5 posti. Questa sarà la mia ultima sessione di laurea.

    INFORMAZIONI GENERALI

    L’assegnazione tesi (settore Lingua e Traduzione) viene effettuata su richiesta dello studente del Corso di Laurea in Lingue e culture straniere. Nell’accettazione delle domande hanno la priorità gli studenti del curriculum LTI, per il quale tengo i miei corsi.

    Chi intende richiedere la tesi può prendere appuntamento via e-mail o presentarsi direttamente al ricevimento per un primo colloquio orientativo.

    Evitate di fare richiesta con eccessivo anticipo: è opportuno aver ottenuto la maggior parte dei crediti del terzo anno di corso, e in particolare il livello C1 per il terzo anno, in entrambe le lingue studiate. Tuttavia, nel caso di studenti frequentanti, il lavoro di tesi può iniziare già durante lo svolgimento del corso di terzo anno, in particolare se si è interessati alla realizzazione di un progetto terminologico, anche collettivo (con apporto specifico del singolo studente) con consultazione di banche dati, e creazione di glossari.

    La semplice dichiarazione di disponibilità da parte mia e l’inserimento in elenco non vuol dire che la tesi sia assegnata in via definitiva. Dato il numero di richieste, e non essendo possibile superare un numero ragionevole di tesi per ciascuna sessione, vi prego di tener presente la seguente norma: CHI, PUR INSERITO NELL’ELENCO DEI MIEI LAUREANDI, NON E’ IN GRADO DI RISPETTARE I TEMPI PREVISTI, NON MI INFORMA DEL CAMBIAMENTO DI PROGRAMMI, E NON MANTIENE CONTATTI CON ME, NON HA IN ALCUN CASO PRIORITA’ PER LE SESSIONI SUCCESSIVE, MA PUO’ SOLO ESSERE INSERITO IN FONDO ALLA LISTA NEL CASO VI SIANO POSTI DISPONIBILI. PER GRAVI MOTIVI FAMILIARI, SONO COSTRETTA A MODIFICARE IL NUMERO DI LAUREANDI CHE DI NORMA HO ACCETTATO NELL’ULTIMO ANNO, OVVERO 5 PER OGNI SESSIONE. PERTANTO, PER LA SESSIONE INVERNALE 2020 SARO’ IN GRADO DI SEGUIRE NON PIU’ DI 2 LAUREANDI. PER LA SESSIONE ESTIVA, LA MIA ULTIMA SESSIONE DI LAUREA, POTRO’ SEGUIRE 4 LAUREANDI

    Premesso che non assegno tesi di carattere letterario né di traduzione letteraria , vi prego di leggere le note che seguono in merito ai contenuti e allo sviluppo della tesi.

    Contenuti: la pratica della traduzione (dunque il testo effettivamente tradotto dallo studente) rappresenta solo una  parte del lavoro, peraltro di dimensioni contenute. I testi, fatta salva la libertà del laureando di scegliere l’ambito che preferisce, sono prevalentemente di natura settoriale. Il lavoro, oltre alla dimostrazione pratica di capacità traduttive (anche se la traduzione vera e propria non rappresenta una parte obbligatoria della tesi), dovrà presentare anche un capitolo relativo agli aspetti teorici, ad esempio analisi delle problematiche relative ai linguaggi settoriali e specialistici, anche nelle loro implicazioni traduttive. Verranno inoltre presi in esame gli aspetti terminologici, da discutere nei caratteri generali ed eventualmente esemplificare mediante la redazione di schede terminologiche.

    Caratteristiche:

    Di norma, la tesi è scritta in italiano. La lunghezza minima è di circa 35 cartelle (pagine). Ovviamente, può essere più lunga (circa 60-70 cartelle). Margini della pagina: sinistro, alto e basso 4 cm.; margine destro 3 cm. Carattere Times New Roman, corpo 12. Testo giustificato.

    Tempi (vi prego di leggere con molta attenzione): il lavoro di tesi, pur essendo applicativo (ovvero dovrà mettere in pratica quanto appreso nei miei corsi triennali) richiede realisticamente un periodo di tempo minimo di 2 mesi. Chi intende laurearsi nella sessione estiva è opportuno che faccia richiesta di assegnazione entro dicembre/gennaio; per la sessione autunnale la richiesta andrà fatta prima dell’estate (va calcolata l’interruzione dei mesi estivi che consente sì di lavorare, ma senza ricevere correzioni); per la sessione invernale, la richiesta andrà fatta non oltre il mese di novembre. 

    I tempi indicati – ovviamente approssimativi – valgono nel momento in cui non si è contemporaneamente impegnati nello studio per superare esami che richiedono preparazione particolarmente lunga. In tale caso, difficilmente il tempo di due mesi è sufficiente per il lavoro di selezione dei testi, preparazione teorica e redazione della tesi. Tengo a sottolineare che il lavoro di tesi NON PUO’ in alcun caso risolversi nell’arco di due-tre settimane, tempo che non consente alcun tipo di lavoro di redazione serio e di lavoro di correzione accurato. 

    In relazione a quanto sopra, vi prego di tener presente che esistono dei tempi di correzione: non accetto in nessun caso tesi “finite” senza che io ne possa aver seguito passo passo la stesura, né capitoli completi in un’unica soluzione. Dunque, per ogni parte che mi invierete, dovete di norma calcolare 7 giorni lavorativi (il che esclude sabato e domenica) prima della restituzione del testo corretto. Questo vuol dire che non si può pensare di cominciare a lavorare alla tesi a distanza di un mese dalla seduta di laurea.

    IMPORTANTE: vi invito a informarvi sulla nuova modalità di discussione della tesi. Per la laurea triennale i tempi sono notevolmente anticipati rispetto alle date ufficiali delle sedute. Una volta discussa la tesi (prima delle sedute ufficiali) la proclamazione avverrà nei giorni fissati per la discussione delle tesi di laurea magistrale.

     

    Login - © Copyright 2004-2014 - Paola Faini

    This site is powered by WordPress and Supported by Joram.IT