• Avvisi
  • Programma Filologia germanica LT2 2019-20

    Dialoghi e monologhi nel Beowulf

    Attraverso la lettura di passi scelti tratti principalmente dal Beowulf, il corso si propone di analizzare le tipologie e le caratteristiche stilistiche dei discorsi presenti nelle opere anglosassoni. La funzione e articolazione di monologhi e dialoghi permetterà di definire i personaggi, le modalità di interazione e il tono dei vari episodi all’interno dei quali i discorsi sono inseriti.
    Saranno affrontati problemi di carattere filologico, linguistico e letterario tenendo conto delle peculiarità della produzione anglosassone, delle relazioni che essa intrattiene con altri testi della tradizione latina e germanica e delle modalità di utilizzazione dei motivi che da queste tradizioni derivano.
    Sono previste indagini e presentazioni, individuali o di gruppo, su alcuni aspetti trattati nel corso delle lezioni.

    Testi di riferimento:

    • Giuseppe Brunetti, ed., Beowulf, Roma: Carocci 2001(passi scelti).
      Per la lettura di altre opere anglosassoni che saranno analizzate durante il corso si consiglia l’uso di B. Mitchell – F. C. Robinson, A Guide to Old English, Oxford, Wiley-Blackwell, 2008, 7th ed. o la consultazione del sito The Complete Corpus of Anglo-Saxon Poetry (https://www.sacred-texts.com/neu/ascp/)

    Storia della letteratura anglosassone:
    Un testo a scelta tra:

    • F. C. Robinson, Old English, in B. Murdoch – M. Read (edd.), Early Germanic Literature and Culture, Rochester-New York, Camden House 2004, pp. 205-233.
    • M. Francini, La letteratura anglosassone, in M. Battaglia (ed.), Le civiltà letterarie del Medioevo germanico, Roma, Carocci 2017, pp. 137-276.
    • S. B. Greenfield and D.G. Calder, A New Critical History of Old English Literature, New York and London, New York University Press 1986.
    • M. Godden-M. Lapidge, The Cambridge Companion to Old English Literature, Cambridge, Cambridge University Press 1991.

    Saggi critici:

    • Robert E. Bjork, Speech as Gift in Beowulf, in Speculum, 69, No. 4 (1994), pp. 993-1022.
    • Andy Orchard, A Critical Companion to Beowulf, Cambridge, D.S.Brewer 2007 (cap. 7: Words and Deeds, pp. 203-237).
    • Elaine T. Hansen, Hrothgar’s ‘sermon’ in Beowulf as parental wisdom, in Anglo-Saxon England 10 (1981), pp. 53-67.
    • Joseph Harris, Beowulf’s Last Words, in Speculum 67 (1992), pp. 1-32.
    • Marie Nelson, Beowulf’s Boast Words, in Neophilologus 89, No.2 (2005), pp. 299-310.

    Manuali di grammatica antico inglese:

    • B. Mitchell – F. C. Robinson, A Guide to Old English, Blackwell, Oxford 2008.
    • R. Lass, Old English: a Historical Linguistic Companion, Cambridge University Press, Cambridge 1993.
    • G. Mazzuoli Porru, Manuale di inglese antico, Giardini, Pisa 1992.

    Critica del testo

    • A.M. Luiselli Fadda, Tradizioni manoscritte e critica del testo nel Medioevo germanico, Laterza, Bari-Roma 2010 (Parte I).

    Ulteriore materiale di ausilio sarà fornito dalla docente durante il corso.

    Agli studenti è consigliata la frequenza. Ai non frequentanti è richiesto di mettersi in contatto con la docente all’inizio del corso.

    Login - © Copyright 2004-2014 - Dora Faraci

    This site is powered by WordPress and Supported by Joram.IT