• Avvisi
  • Curriculum

    Torna alla pagina Avvisi

    Professore ordinario di Letteratura francese presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, Università Roma Tre. Membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Lingue, Letterature e Culture straniere, Università Roma Tre.  Dal 2012 è membro del Groupe Flaubert, Équipe XIXe siècle CNRS/ITEM. Nel 1989 ha fondato la rivista Igitur. Semestrale di Lingue, Letterature e Culture Moderne e l’ha diretta dal 1989 al 2008. Dal 2012 fa parte del comitato scientifico della rivista Flaubert. Revue critique et génétique (CNRS/ITEM) e delle collane editoriali «Toiles» e «Recherches sur Toiles» (Aracne Roma). È co-direttrice della collana «Prismes» dell’Ateneo Roma Tre (Roma TrE-Press). Dal 2019 fa parte del comitato scientifico delle riviste Revue européenne de recherches sur la poésie (Classiques Garnier), Noria. Revue artistique et littéraire (L’Harmattan), Studi di letteratura francese (Olschki). È valutatore (double-blind peer-review) per diverse riviste internazionali e di progetti competitivi di Ateneo RTD.

    Incarichi gestionali

    Coordinatore dell’area di francese del Dipartimento (L11-L12; LM37-LM38) e Referente del dipartimento presso la Fondazione Roma Education progetti dipartimentali e corsi singoli on line.

    Rapporti internazionali

    Promotrice di una convenzione di co-tutela di tesi di dottorato tra l’Università “Roma Tre” e l’Université de Rouen – Haute Normandie. Collabora con diversi istituti di ricerca universitaria a livello internazionale: Centre Flaubert (Université de Rouen-Haute Normandie), Équipe LISAA (Université Paris Est Marne-la-Vallée), Équipe CECJI (Université Bretagne Occidentale). È stata inoltre promotrice e responsabile degli inviti a Michel Butor (2003) e a Ute Heidmann (2015) in qualità di visiting professor presso l’Università Roma Tre e a Serge Meitinger (2014), Vololona Picard (2016), Chantale Meure (2017) dell’Université de la Réunion, e di Erik Francalanza dell’Université Brest – Bretagne Occidentale (2018) nell’ambito dello scambio Erasmus, mobilità docenti.

    Partecipazione a progetti di ricerca internazionali

    Ha partecipato e partecipa attualmente a progetti editoriali internazionali di riconosciuto prestigio Dictionnaire Flaubert éd. Champion/Garnier (dir. G. Séginger, Université Paris Est Marne-La Vallée) e Les Manuscrits de Bouvard et Pécuchet (dir. J. Leclerc, D. Girard, Centre Flaubert, Université Rouen-Haute Normandie). Partner dell’Édition électronique de la Correspondance de Flaubert (dir. J. Leclerc, D. Girard, Centre Flaubert, Université Rouen-Haute Normandie).

    Responsabilità Progetti supporto alla didattica

    Proponente e responsabile del progetto cofinanziato dall’Ateneo Roma Tre: «Interazione dei corsi in presenza con attività formative on-line mediante l’utilizzo di piattaforme e-learning per l’approfondimento dell’apprendimento proposti nell’ambito degli insegnamenti di Letteratura francese I e Letteratura francese II (Laurea triennale, Classe L12)  e per il recupero degli studenti fuori corso (Fondo di incentivazione Ateneo).

    Percorso scientifico

    Studiosa dell’Ottocento e del Novecento letterario francese, e in particolare dell’opera di Flaubert, ha articolato la sua ricerca intorno a quattro nuclei di investigazione.

    L’opera di Flaubert: studi genetici e tematici

    Un primo ambito di ricerca, coerentemente con le indagini condotte da oltre un ventennio, è quello relativo agli studi su Flaubert, che hanno seguito tre differenti direzioni. La prima, prettamente letteraria, si è incentrata sull’individuazione di alcuni temi e figure fondanti della sua estetica. La seconda linea direttrice pone il focus sul confronto tra l’estetica di Flaubert e quella di altri scrittori suoi contemporanei e sulla ricezione dell’estetica di Flaubert in contesti culturali al di fuori della Francia. La terza linea direttrice è da individuarsi nelle modalità di permanenza nell’immaginario contemporaneo di alcuni personaggi flaubertiani (Emma Bovary e Salammbô) non in quanto figure ispiratrici di altri testi narrativi, ma come icone culturali e stereotipi di cui si sono appropriati, riattualizzandoli, le arti figurative, i fumetti, il cinema, la musica.

    Teorie estetiche e generi letterari

    Per quanto concerne le teorie estetiche, la ricerca si è focalizzata sui generi letterari, sul ruolo e la funzione della letteratura, e sullo statuto dell’artista, cui sono stati dedicati studi che abbracciano il Seicento, il Settecento, l’Ottocento e il Novecento. L’interesse per i generi letterari si è concretato in saggi che hanno preso in considerazione come nucleo centrale il genere epistolare, non disattendendo però altri modelli quali il racconto, il dramma, l’allegoria nella sua definizione teorica e la modalità fantastica.

    Studi culturali, cultura visuale e intermedialità

    Da molti anni la sua ricerca ha preso in considerazione i rapporti tra la letteratura e gli altri ambiti del sapere. Inizialmente si è incentrata su un aspetto più teorico, focalizzandosi sulle problematiche della comparatistica. La ricerca si è poi incentrata sull’imagologia, affrontando, attraverso la tematica del viaggio, i concetti di alterità e di identità culturale nel XIX e XX secolo, colte nella diversità e nella specificità delle culture nazionali. Per quanto riguarda il XX secolo, il focus è stato  posto sulle problematiche inerenti agli studi della cultura visuale, con l’intento di esplorare l’interazione tra visualità, istituzioni del discorso e figuratività che, a partire dal Novecento, implica un’analisi della struttura della visione e delle teorie dello sguardo. Gli studi sulla cultura visuale e sull’intermedialità si sono successivamente focalizzati sulla trasmigrazione del testo letterario in contesti intermediali.

    Scritture della modernità e della contemporaneità

    Il concetto di modernità costituisce un ulteriore campo di indagine della ricerca. In questo ambito si è inteso indagare alcune modalità narrative nonché figurazioni dell’immaginario che acquistano una funzione centrale come momento di passaggio verso un’estetica autenticamente moderna a partire dai primi decenni dell’Ottocento fino alle analisi testuali di autori contemporanei, attraverso lo studio delle ibridazioni linguistiche e stilistiche.  

    Responsabilità scientifica e Organizzazione convegni

    Membro del comitato scientifico e organizzativo di numerosi convegni internazionali, è stata ideatrice e responsabile scientifica di numerosi convegni internazionali, realizzati con finanziamenti dipartimentali o erogati da enti e istituzioni esterne all’Ateneo.

    Curriculum dettagliato:

    Curriculum

     

    Login - © Copyright 2004-2014 - Bruna Donatelli

    This site is powered by WordPress and Supported by Joram.IT